Tutte le notizie in breve

Piovono nuove accuse, in molti casi basate su remoti retroscena, sull'ex presidente del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva, denunciato due giorni fa per corruzione e riciclaggio nell'ambito dell'inchiesta 'Lava-Jato' (Autolavaggio) sui fondi neri Petrobras.

Secondo 'Estadao', l'ex senatore del Partito dei lavoratori (Pt) di Lula, Delcidio do Amaral, nel frattempo divenuto collaboratore di giustizia, avrebbe rivelato agli inquirenti che l'ex capo di Stato ebbe paura di subire impeachment ai tempi del 'Mensalao', la Tangentopoli scoppiata nel 2005 durante il suo primo governo (2003-2006).

Per evitare il rischio di essere messo in stato di accusa - sostiene Amaral - Lula avrebbe deciso di far stringere al Pt un'alleanza con il Pmdb, partito di centro di cui è massimo esponente l'attuale presidente della Repubblica, Michel Temer.

"O 'abbraccio' il Pmdb, o finirò per morire", avrebbe confidato Lula all'epoca. Per evitare un suo possibile impeachment, insomma, l'ex presidente-operaio sarebbe sceso a patti con il partito che oggi si è trasformato in avversario del Pt, afferma Amaral.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve