Tutte le notizie in breve

Dilma Rousseff (archivio)

KEYSTONE/EPA EFE FILE/FERNANDO BIZERRA JR.

(sda-ats)

"È un impeachment fraudolento, un vero golpe. In gioco ci sono il rispetto della volontà sovrana dei 54 milioni di elettori che mi hanno votata e il rispetto della democrazia".

Lo ha detto la presidente brasiliana Dilma Rousseff in una conferenza stampa convocata prima di lasciare il palazzo presidenziale di Planalto. Dilma è stata sospesa per sei mesi dalle sue funzioni in seguito all'apertura del procedimento di impeachment.

"Posso aver commesso errori, ma mai crimini. Quello aperto contro di me è un processo fragile, giuridicamente inesistente. È un vera brutalità, la più grande delle ingiustizie, punire un essere umano per un crimine che non ha commesso. Sono vittima di una farsa giuridica", ha detto Rousseff.

"Dico ai brasiliani che si oppongono al golpe: mantenetevi mobilitati, uniti e in pace, perché la lotta per la democrazia è permanente, non ha data per terminare", ha aggiunto.

Poche ore prima il Senato del Brasile aveva approvato - con 55 voti a favore e 22 contro - la procedura di impeachment che prevede la sospensione di 180 giorni della prima presidente donna del Brasile, Dilma Rousseff.

Dilma lascia la presidenza dopo un anno e quattro mesi dall'inizio del suo secondo mandato, a gennaio 2015. Il suo vice, Michel Temer, assume ora la presidenza ad interim.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve