Tutte le notizie in breve

Il Brexit rappresenterà una grande sfida per l'industria di esportazione, secondo Economiesuisse.

L'organizzazione mantello dell'economia elvetica ritiene peraltro che l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea renderà ancora più difficile la trasposizione dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa.

Attualmente, la Gran Bretagna rappresenta il quinto mercato per l'industria di esportazione elvetica. Inoltre, Londra occupa il quarto posto nella graduatoria degli investimenti diretti elvetici all'estero. Un ulteriore rafforzamento del franco svizzero e una possibile recessione in Gran Bretagna avranno effetti inevitabili in Svizzera, scrive Economiesuisse in una nota odierna.

La Svizzera esporta principalmente verso la Gran Bretagna prodotti farmaceutici, pietre preziose e metalli nobili, macchinari e orologi. Le aziende svizzere impiegano inoltre nelle loro succursali inglesi circa 100'000 persone.

L'organizzazione mantello ritiene peraltro che il Brexit comporterà conseguenze per la politica elvetica nei riguardi dell'Unione europa. Sarà in particolare più difficile negoziare entro i termini una soluzione concordata per la trasposizione dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa - sottolinea - perché l'uscita della Gran Bretagna monopolizzerà nei prossimi anni le istituzioni europee e gli altri Stati membri.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve