Tutte le notizie in breve

Crolla la frequentazione dei luoghi turistici di Bruxelles, che ha raggiunto il picco più basso della sua storia dopo gli attentati. L'Atomium, monumento simbolo della città, ha visto il 98% delle visite cancellate dal giorno degli attacchi sino a ieri.

Le presenze durante il fine settimana pasquale, di solito il secondo migliore dell'anno, sono state appena 3'247, "una cifra" così bassa "mai raggiunta dalla storia dell'edificio". Tra il 22 e il 30 marzo sono stati in totale appena 4'809 i visitatori, contro i quasi 15mila dello stesso periodo nel 2015.

Anche la Mini-Europa, situata vicino all'Atomium nell'area dello stadio Heysel, ha raggiunto solo il 40% della sua frequentazione abituale, meno penalizzata perché si tratta di uno spazio aperto e non di una struttura chiusa, quindi ritenuta meno pericolosa in caso di attentati. Anche il Museo di scienze naturali ha visto crollare le presenze da 3mila a 900. E questo nonostante in tutti i luoghi turistici siano stati rafforzati i controlli di sicurezza con metal detector e la presenza di militari.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve