BS: lavori estensione carcere iniziati, piombo nel terreno


 Tutte le notizie in breve

Il carcere 'Baesslergut'

Keystone/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

Gli escavatori sono all'opera da stamane a Basilea per i lavori di estensione del carcere Bässlergut: entro il 2020 dovrebbero essere disponibili spazi per altri 78 detenuti.

Non è ancora chiaro tuttavia se basteranno i circa 40 milioni di franchi previsti, perché sono state trovati nel terreno "alti valori di piombo".

Secondo un portavoce del Dipartimento costruzioni renano la presenza di questo metallo pesante ha ragioni storiche: nel Medio Evo, nella vicina Foresta Nera, l'acqua usata nell'estrazione del piombo finiva nella Wiese, corso d'acqua che sfocia nel Reno giusto a nord di Basilea, inquinando così anche il terreno limitrofo, dove sorge ora il carcere di Bässlergut, a ridosso del confine con la Germania.

Il dipartimento sta ancora chiarendo in che modo smaltire il terreno inquinato. A seconda della soluzione scelta saliranno i costi del progetto, attualmente stimati a 40,2 milioni di franchi, di cui nove a carico della Confederazione.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve