Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non si possono fissare limiti salariali per i dirigenti delle assicurazioni malattia, poiché le casse non sono aziende della Confederazione. È la risposta del Consiglio federale a un postulato del Gruppo socialista, diffusa oggi, giorno dell'annuncio dei premi 2017.

Le retribuzioni dei membri della direzione di alcune assicurazioni - ha scritto il gruppo PS - si situano a livelli molto elevati, ben al di sopra ad esempio di quanto riceve un consigliere federale, e sembrerebbe che negli anni siano anche aumentate.

Una perizia pubblicata dai professori Rhinow e Kägi-Diener nel 2006 concludeva che le assicurazioni malattia nell'ambito dell'assicurazione di base svolgono un ruolo d'interesse pubblico. Secondo il testo del postulato, retribuzioni che superano i 500 000 franchi non sono giustificate e alla luce della ragione sociale che le assicurazioni malattia svolgono nell'ambito dell'assicurazione di base, vanno dunque limitate e allineate alle retribuzioni dei consiglieri federali.

Nella sua presa di posizione il Consiglio federale, che invita a respingere il postulato, si dice consapevole che la questione dei salari nelle aziende parastatali è delicata. Il Tribunale federale ha precisato le casse malattia assumono compiti pubblici e operano di fatto come autorità dello Stato e sono pertanto anch'esse tenute a una certa moderazione.

Tuttavia il governo sottolinea che l'iniziativa A favore del servizio pubblico è stata respinta e quindi, "dato che le casse non sono aziende della Confederazione, non è opportuno fissare limitazioni in questo settore".

In considerazione dell'autonomia di cui godono gli assicuratori nello stabilire le retribuzioni e viste le disposizioni della legge sulla vigilanza sull'assicurazione malattie, il Consiglio federale ritiene "inopportuno fissare un limite massimo per le retribuzioni degli organi dirigenti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS