Tutte le notizie in breve

Il ministero della Difesa cinese accusa Usa e Filippine di voler "militarizzare" la regione dopo l'annuncio della cooperazione bilaterale con logiche "da guerra fredda". Pechino tutelerà la sua sovranità e i suoi diritti marittimi nell'area, mette in guardia .

"Il pattugliamento congiunto di Stati Uniti e Filippine nel mar Cinese meridionale ha portato alla militarizzazione della regione, dannosa alla stabilità e alla pace", ha obiettato in una nota il ministero.

Il ministero, rispondendo all'accordo tra Washington e Manila che prevede anche il distacco temporaneo di 275 militari e 5 caccia da guerra americani nelle Filippine, "seguirà con grande attenzione la situazione e difenderà con risolutezza la sovranità e gli interessi marittimi cinesi".

L'accusa verso i due Paesi, con il rafforzamento della loro alleanza militare, è di dispiegare posizioni e strutture militari al confine e di effettuare esercitazioni congiunte con "target specifici riflettendo una mentalità da guerra fredda".

"Invitiamo le parti coinvolte a rispettare con sincerità gli sforzi dei Paesi regionali a mantenere la pace e la stabilità nel mar Cinese meridionale", conclude la nota.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve