Tutte le notizie in breve

L'industria del mattone si sta riprendendo

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Dopo un inizio d'anno timido, il settore del mattone e del cemento sta tornando in ripresa.

L'indice costruzioni calcolato da Credit Suisse (CS) e della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) si è attestato nel secondo trimestre a 135 punti, con una progressione di 5 punti rispetto ai tre mesi precedenti e di altrettanti in relazione allo stesso periodo del 2015.

Analizzando in dettaglio i dati, l'indice delle opere di edilizia è avanzato a 111 punti (+2 sul primo trimestre, -3 sull'anno). Al suo interno l'edilizia residenziale evidenzia un andamento più favorevole (+2 e -2 a 120 punti) di quello dell'edilizia commerciale (-3 e -16 a 105 punti). Per quanto riguarda le opere di genio civile l'indice è progredito sensibilmente, salendo a 169 punti (+11 e +16).

L'indice complessivo registra una una chiara tendenza al rialzo, si legge in un comunicato odierno di CS e SSIC. I fatturati attesi (depurati dagli effetti stagionali) del settore edilizio principale sono nettamente al di sopra del trimestre precedente (+4,2%). Ciò è da ricondursi principalmente alle opere di genio civile (+6,8%), che traggono fortemente vantaggio da singole commesse di dimensioni consistenti.

Anche le opere di edilizia hanno registrato un leggero incremento (+1,7% rispetto ai primi tre mesi). Questo grazie a una domanda sempre più consistente di abitazioni destinate alla locazione e a numerose commesse del settore pubblico, ad esempio per la realizzazione di ospedali).

Ancora in flessione si presenta invece l'edilizia commerciale, la cui domanda sul lungo termine risente di diversi trend strutturali, come la digitalizzazione e la delocalizzazione di attività.

La situazione si presenta inoltre tuttora molto difficile per il settore delle costruzioni nelle regioni turistiche, dove gli effetti della normativa sulle abitazioni secondarie si fanno decisamente sentire. Tuttavia finora i fallimenti restano l'eccezione e la maggioranza delle aziende reagisce spostando geograficamente le attività commerciali e ridimensionando l'organico.

Stando agli ultimi sviluppi è in corso una ripresa congiunturale nella costruzione, commenta la SSIC in un nota separata. Lo scorso anno l'edilizia principale aveva subito ancora cali significativi di fatturato, rammenta l'organizzazione. Gli impresari costruttori ritengono che il giro d'affari del 2016 sarà in lieve aumento rispetto al 2015.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve