Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Yvonne Feri (nella foto) passa il timone a Natascha Wey e Cesla Amarelle.

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

La zurighese Natascha Wey è stata eletta oggi alla copresidenza delle Donne socialiste nel corso di un'assemblea straordinaria a Berna. Affiancherà la consigliera nazionale vodese Cesla Amarelle alla testa della sezione femminile del partito.

Natascha Wey, segretaria centrale del sindacato dei servizi pubblici, si batte soprattutto per l'emancipazione femminile, per l'assistenza alla vittima della tratta delle donne e per l'assistenza ai migranti, indicano oggi le Donne socialiste in una nota. Succede a Yvonne Feri, consigliera nazionale argoviese in carica dal novembre 2012 e ritiratasi per motivi professionali.

Nel corso dell'assemblea è stata anche adottata una revisione parziale del regolamento della sezione femminile. È inoltre stato completato il comitato direttivo, con l'elezione di Min Li Marti, consigliera nazionale zurighese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS