Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due poliziotti sono stati aggrediti da un uomo armato di coltello, nella zona di Schaerbbeek, a Bruxelles. L'aggressore è stato arrestato. Sarebbe un ex militare belga di 43 anni, già conosciuto dalla giustizia, e citato in vecchi dossier di terrorismo.

La procura federale belga afferma che si è trattato di un attentato terrorista.

Secondo quanto scrivono i siti on line belgi l'aggressore, durante la sua azione, non ha espresso alcuna rivendicazione, né lo ha fatto al momento dell'arresto.

Sui media ci si interroga sulla velocità con cui la procura di Bruxelles ha subito trasmesso il dossier alla procura federale, l'unica autorizzata a occuparsi di terrorismo. Tra le domande, se l'aggressore fosse già sotto osservazione.

Secondo una prima ricostruzione, l'episodio è avvenuto a Schaerbeek, all'altezza di un centro sportivo, sul boulevard Lambermont. L'aggressore ha reagito a un controllo, accoltellando due agenti in uniforme. Uno dei poliziotti è stato ferito al collo, mentre l'altro allo stomaco. La vita dei due agenti però non è in pericolo.

L'aggressore è poi stato intercettato da un'altra pattuglia poco lontano. L'uomo ha tentato allora di usare di nuovo il coltello e sembra che abbia rotto il naso a un terzo agente, che gli ha sparato ad una gamba, fermandolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS