Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Economia verde: "Abbiamo sottovalutato la sfacciataggine dei contrari, che hanno diffuso affermazioni senza prove", ha affermato il consigliere nazionale ecologista Bastien Girod (foto d'archivio).

KEYSTONE/ANTHONY ANEX

(sda-ats)

"Abbiamo sottovalutato la sfacciataggine dei contrari, che hanno diffuso affermazioni senza prove", ha affermato il consigliere nazionale ecologista Bastien Girod (ZH), commentando la bocciatura dell'iniziativa "per un'economia verde".

Malgrado il "no" popolare che si sta profilando sia ampio, i Verdi definiscono il risultato "incoraggiante". Dove il tema è sentito da tempo, come nella Svizzera romanda, abbiamo ottenuto un buon riscontro, ha dichiarato Girod all'ats, precisando che è stato molto difficile battersi contro la "campagna della paura" lanciata, investendo molto denaro, contro l'iniziativa.

I Verdi guardano già al futuro e al prossimo appuntamento alle urne. In novembre il popolo dovrà infatti pronunciarsi sull'iniziativa per un abbandono pianificato dell'energia nucleare, che vuole introdurre una durata massima di esercizio di 45 anni per le centrali esistenti. Forse allora avremo la paura dalla nostra parte, ha concluso con un certo ottimismo Girod.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS