Ems-Chemie: performance record nel 2016


 Tutte le notizie in breve

Magdalena Martullo-Blocher

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Il fabbricante grigionese di polimeri e specialità chimiche Ems-Chemie ha realizzato una performance record nel 2016: l'utile netto è stato di 456 milioni di franchi, in progressione del 19% rispetto all'esercizio precedente.

Il fatturato è aumentato del 4,1%, a 1,98 miliardi, livello mai raggiunto prima.

In termini di volume le vendite sono progredite del 6,7% rispetto al 2015. L'utile operativo EBIT è cresciuto del 16,9%, a 548 milioni e il corrispondente margine ha raggiunto il 27,6%, ossia tre punti percentuali in più rispetto al 2015, ha comunicato oggi il gruppo con sede a Domat/Ems (GR) guidato dalla consigliera nazionale UDC Magdalena Martullo-Blocher.

Durante una conferenza stampa oggi a Zurigo, la figlia dell'ex consigliere federale Christoph Blocher ha messo in evidenza la redditività nettamente superiore della Ems-Chemie rispetto a quella di altri attori elvetici del settore.

La performance del gruppo si è nell'insieme rivelata superiore alle attese degli analisti. Interrogati dall'agenzia finanziaria AWP questi ultimi prevedevano un utile netto di 425 milioni di franchi, un EBIT di 522 milioni e un giro d'affari di 1,98 miliardi.

Il consiglio d'amministrazione propone di versare un dividendo ordinario di 13 franchi per azione (rispetto agli 11 precedenti) e uno straordinario di 4 franchi per titolo.

Per il 2017 l'azienda grigionese prevede, malgrado un rallentamento della congiuntura mondiale, di aumentare leggermente il fatturato netto e il risultato operativo EBIT. Un incremento dei prezzi di vendita dovrebbe assicurare il risultato anche in caso di forte crescita del costo delle materie prima, si legge nella nota.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve