Ex ministro Gambia Sonko oggetto di denuncia penale


 Tutte le notizie in breve

Truppe dell'esercito del Gambia, del quale aveva fatto parte Ousman Sonko.

KEYSTONE/AP/JEROME DELAY

(sda-ats)

L'ex ministro dell'interno del Gambia Ousman Sonko, accusato di una lunga serie di crimini in patria e attualmente al beneficio di una procedura di asilo in Svizzera, è oggetto di una denuncia penale da parte dell'organizzazione Trial International, di Ginevra.

Il ministero pubblico del Giura bernese-Seeland, che la sta verificando, ha pure preso le necessarie misure immediate.

Lo ha riferito all'ats Christof Scheurer, responsabile dell'informazione alla procura generale del Canton Berna, confermando le affermazioni del direttore di Trial, Philip Grant, diffuse ieri sera dalla trasmissione Rundschau della televisione svizzero tedesca SRF.

La denuncia è un mezzo per impedire che Sonko si dia alla latitanza, ha affermato Grant. Trial è un'organizzazione che si batte contro l'impunità per gravi crimini internazionali e perché le vittime ottengano giustizia e riparazione.

La denuncia è molto voluminosa, ha detto Scheurer, che non ha invece voluto fornire informazione alcuna sui provvedimenti presi a corto termine.

Rundschau ha reso noto che Sonko ha inoltrato una domanda d'asilo in Svizzera lo scorso autunno. Ieri il capo del Dipartimento di polizia e degli affari militari bernese Hans-Jürg Käser ha confermato all'ats che lo scorso 14 novembre la Confederazione ha assegnato l'uomo al Cantone. Almeno fino a martedì l'ex ministro era alloggiato in un centro per richiedenti asilo nel Seeland.

Secondo SRF, che si basa su affermazioni di oppositori politici e legali del Gambia, l'ex ministro sarebbe stato fino a poco tempo fa una figura chiave del regime repressivo del Paese africano, distintosi per atti di estrema brutalità. Avrebbe ordinato numerosi assassinii, esecuzioni e torture nei confronti di oppositori politici.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve