Feldschlösschen: produzione per la Svizzera in calo nel 2016


 Tutte le notizie in breve

Il 2016 è stato un anno impegnativo per Feldschlösschen, complice la diminuzione del consumo di birra in Svizzera: il volume della produzione per il mercato elvetico si è contratto dell'1,8%.

Il giro d'affari ha subito un calo l'1,1%, ha indicato oggi - senza fornire cifre assolute - la società controllata dal gigante danese Carlsberg.

"Il più grande birrificio e rivenditore di bevande della Svizzera nel 2016 ha soddisfatto le aspettative confermando la propria posizione di leader del mercato", si legge in un comunicato. Il settore deve far fronte a importanti cambiamenti e a una forte pressione sui prezzi.

Le abitudini dei consumatori - argomentano i vertici di Feldschlösschen - stanno cambiando molto. Sempre più spesso si beve birra in casa e la pressione sulla ristorazione è elevata. Fra il 2012 e il 2015 il consumo pro capite di birra è sceso da 57,3 a 55,3 litri. Nel 2016, rispetto all'anno precedente, in Svizzera il volume del mercato della birra si è contratto dell'1,1%.

Dopo un 2015 difficile (shock del franco e crollo del turismo e della ristorazione) nel 2016 Feldschlösschen ha reagito aprendosi a nuove classi di clienti e a nuovi ambiti operativi. Grazie agli ordini all'esportazione del gruppo Carlsberg, Feldschlösschen è riuscita a incrementare lievemente il volume di produzione complessivo, afferma l'azienda, che non fornisce dettagli al riguardo.

Promettente si è rivelato l'andamento di "Braufrisch", la birra non filtrata introdotta nel 2015. Uno sviluppo incoraggiante ha fatto registrare anche "Somersby", la bevanda a base di succo di mela. E per il 2017 l'impresa promette altre novità.

"I punti di forza dell'azienda Feldschlösschen sono dinamismo e capacità di innovazione, flessibilità, efficienza e altissima qualità. Grazie a questi attributi anche in futuro saremo in grado di affrontare con successo tutte le sfide", si dice convinto il CEO Thomas Amstutz.

Feldschlösschen ha sede a Rheinfelden (AG), è attiva dal 1876 e occupa 1200 persone in 21 sedi in tutta la Svizzera. Grazie a un assortimento di più di 40 birre proprie di marca svizzera e a un ampio portafoglio di bevande che spazia dall'acqua minerale al vino rifornisce 25'000 clienti del settore gastronomico e del commercio al dettaglio.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve