Tutte le notizie in breve

Le FFS vogliono condividere alcuni dati della compagnia con terzi. Obbiettivo: creare una piattaforma "open data" per migliorare l'offerta dei trasporti pubblici. I dati sulla clientela rimarranno strettamente riservati, assicurano le ferrovie federali.

I dati suscettibili di rendere i trasporti pubblici più attrattivi saranno messi online gratuitamente per l'esperimento. Sono disponibili a tutti gli interessati, indicano oggi le FFS.

Questo materiale comprende statistiche del traffico, informazioni sulle fermate, formazione dei convogli, servizi e negozi esistenti nelle stazioni, frequenza dei passeggeri e la lista dei treni per tratta.

Una seconda categoria di dati sarà disponibile a pagamento e sarà sottoposta a rigide condizioni d'utilizzazione. Si tratta di informazioni che aziende possono usare per fare affari e il cui invio necessita un lavoro preliminare da parte delle FFS.

Per quanto concerne i dati sensibili, in particolare dati su clienti o relativi alla sicurezza, non sono fondamentalmente destinati a essere condivisi, assicurano le ferrovie federali.

La compagnia ferroviaria ha già fatto buone esperienze nella condivisione di dati e intende proseguire su questa strada, ha indicato all'ats il portavoce Reto Schärli.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve