Filippine: Abu Sayyaf decapita ostaggio tedesco, online video


 Tutte le notizie in breve

Il gruppo Abu Sayyaf, affiliato all'Isis, ha pubblicato il video dell'uccisione dell'ostaggio tedesco Jurgen Kantner, 70enne rapito a novembre nelle Filippine. La compagna era già stata uccisa, scrive Site, il sito di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web.

L'uomo era stato rapito durante un viaggio in barca a vela, affrontato con la compagna di 59 anni. Abu Sayyaf aveva minacciato di ucciderlo, se non fossero arrivati 30 milioni di pesos locali, circa 600'000 franchi, entro le 8 di ieri. Era tenuto prigioniero a Jolo, roccaforte del gruppo terroristico nel sudest del paese.

Fonti di sicurezza citate dai media tedeschi ritengono che la notizia dell'uccisione sia vera, mentre il governo federale non ha ancora preso posizione.

Già nel giugno 2008, la coppia era stata rapita da pirati somali armati, ed era stata liberata due mesi dopo, dopo il pagamento di un riscatto da 600'000 dollari.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve