Finanze personali: i ticinesi i più pessimisti


 Tutte le notizie in breve

Oltre la metà degli svizzeri si attendono che la loro situazione finanziaria rimarrà perlomeno stabile nel 2017 e quasi il 30% calcola di poter disporre di maggiori risorse.

Un sondaggio pubblicato oggi da comparis.ch su un campione di 1041 persone indica che in generale il 65,1% degli intervistati valutano la propria situazione finanziaria in modo positivo: più di un quarto dichiara tuttavia di dover fare attenzione a ogni singolo franco speso.

Le differenze regionali sono importanti: a sud delle Alpi il 60,8% dichiara di riuscire a malapena a far fronte alle spese con il proprio reddito, mentre tra gli svizzeri romandi la percentuale scende al 39,2% e nella Svizzera tedesca al 31,8%.

Gli svizzeri di lingua italiana, afferma comparis.ch, rappresentano la porzione di popolazione che inizia il nuovo anno con meno ottimismo: quasi il 30% teme infatti un declino finanziario. Questa sensazione si riflette su una delle principali voci del bilancio familiare, ossia i premi delle casse malattia. Quasi il 60% dei ticinesi lamenta di avere regolarmente o di tanto in tanto difficoltà a procurarsi il denaro per pagare i premi. Tra gli svizzeri romandi e tedeschi, le percentuali si fissano rispettivamente al 35,1% e al 28%. Chi deve risparmiare rinuncia in primo luogo al ristorante.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve