Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo BSI, anche Falcon Private Bank finisce nel mirino della giustizia per essere rimasta invischiata nello scandalo di corruzione e riciclaggio connesso al fondo malese 1MDB. Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha avviato una procedura penale.

In una nota odierna, il MPC precisa che l'indagine si pone come obiettivo di determinare "eventuali carenze nel funzionamento dell"organizzazione interna presso la Falcon Private Bank SA".

Sempre secondo la procura federale, l'articolo 102 del Codice penale svizzero permette inoltre di "perseguire penalmente un'impresa se vi sono indizi secondo i quali essa non avrebbe adottato tutte le misure organizzative ragionevoli e indispensabili per impedire a terzi di commettere reato, segnatamente riciclaggio di denaro e corruzione".

La decisione del MPC si basa sulla decisione di ieri dell'Autorità di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) che ha sanzionato la Falcon per aver gravemente violato le disposizioni sul riciclaggio di denaro. La FINMA ha confiscato l'utile indebitamente conseguito nelle sue operazioni, dell'ordine di 2,5 milioni, vietando inoltre alla banca per tre anni di avviare nuove relazioni d'affari con persone politicamente esposte (pep) all'estero.

Falcon si è vista inoltre ritirare la licenza di operare a Singapore. L'autorità di vigilanza "Monetary Authority of Singapore" (MAS) ha constatato "gravi irregolarità" e ha decretato la chiusura della locale filiale della banca.

In relazione al coinvolgimento nello scandalo del riciclaggio di denaro nel fondo sovrano malese 1MDB, lo scorso maggio le autorità di Singapore avevano già decretato la chiusura della locale succursale della BSI.

Quest'ultima, che verrà rilevata dalla sua concorrente EFG International, è stata sanzionata anche dalla Svizzera: la FINMA ha decretato lo scioglimento della storica banca poiché l'istituto, già sospettato di controlli carenti riguardo al riciclaggio di denaro, aveva continuato ad operare nonostante gli avvertimenti dell'organo di vigilanza. La BSI ha frattanto inoltrato ricorso al Tribunale amministrativo federale.

Oltre a ciò, il MPC ha aperto un procedimento penale nei confronti di due ex funzionari di 1MDB e contro ignoti per corruzione di pubblici ufficiali stranieri, infedeltà nella gestione pubblica e riciclaggio di denaro. A tale riguardo, decine di milioni di franchi sono stati bloccati presso banche svizzere.

Dal canto suo la polizia di Singapore ha inoltrato denuncia contro due ex dipendenti della BSI, accusati di falso e mancata comunicazione di transazioni sospette.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS