Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex ministro Benoit Hamon.

Keystone/EPA/THIBAULT VANDERMERSCH

(sda-ats)

Sono aperti dalle 9 in tutta la Francia i seggi per il ballottaggio delle primarie della sinistra, con la sfida fra Benoit Hamon (36% dei voti al primo turno) e Manuel Valls (31%).

Lo scontro dal quale uscirà il candidato socialista alle presidenziali di aprile-maggio si concluderà questa sera, con la chiusura delle urne attorno alle 19. Risultati noti dopo le 20.

Sono aperti 7530 seggi, 2000 di meno rispetto alle primarie del 2011 e 2700 in meno rispetto alle primarie della destra a novembre.

Fra le incognite di questo secondo turno, la partecipazione, le cui cifre confuse e mai comunicate definitivamente fino a due giorni dopo furono oggetto di polemiche una settimana fa.

Aspro lo scontro fra i due contendenti, con Hamon - che raccoglie l'appoggio della maggioranza degli candidati eliminati - grande favorito.

Valls ha annunciato che accetterà lealmente il verdetto delle urne ma che "sparirà", non potendo - come altri esponenti socialisti - sostenere un progetto come il "reddito universale" propugnato da Hamon.

SDA-ATS