Tutte le notizie in breve

Primo semestre da incorniciare per il gruppo bernese Galenica: a fine giugno, il gruppo attivo nella salute ha registrato un utile netto attribuibile agli azionisti in crescita del 21,5% su un anno a 158,9 milioni di franchi.

I ricavi, indica una nota odierna della società, sono saliti nel medesimo periodo del 12,1% a 2,01 miliardi. Nei primi sei mesi dell'esercizio in corso, l'utile operativo (EBIT) è cresciuto del 20,2% a 241,3 milioni.

La direzione del gruppo ha ribadito l'intenzione di scindere in due entità la società, entità che verranno quotate in maniera indipendente dal 2017. Per quanto riguarda l'andamento degli affari per il 2016, Galenica prevede un balzo dell'utile su un anno del 10% circa.

Nel maggio scorso Galenica aveva annunciato l'intenzione di acquisire la società sangallese attiva nella farmaceutica Pharmapool tramite il proprio grossista Galexis. L'operazione, stimata a 28 milioni di franchi, permetterà a Galenica Salute di rafforzare la logistica.

Pharmapool, con sede a Widnau (SG), fornisce agli studi medici, materiale sanitario, articoli da laboratorio e vari elementi di equipaggiamento. L'azienda gestisce pure la farmacia centrale Pharmapool a Heerbrugg (SG).

La società sangallese proseguirà la sua attività in maniera autonoma e sarà integrata nel gruppo in seno al segmento Servizi. Creata nel 1996, Pharmapool conta attualmente un centinaio di dipendenti e lo scorso anno ha realizzato un fatturato di oltre 100 milioni di franchi.

L'offerta di Galenica agli azionisti di Pharmapool è di 2900 franchi per azione: il periodo di accettazione scadrà il 31 agosto. Il prezzo dell'acquisizione si fissa a 27,89 milioni di franchi. La cifra corrisponde al 100% delle azioni.

Gli azionisti di Pharmapool dovranno esprimersi sull'operazione e in caso di approvazione bisognerà attendere il benestare della Commissione della concorrenza (Comco).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve