Tutte le notizie in breve

Il cantiere di AlpTransit a Pollegio nel febbraio del 2011.

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Dall'inizio dei lavori nel 1998, oltre un milione di persone ha visitato il cantiere della galleria di base del San Gottardo. Questo capitolo sta però per terminare: entro fine anno chiuderanno infatti i centri informativi situati nei pressi dei due portali.

In una nota, AlpTransit San Gottardo precisa che l'Infocentro di Pollegio chiuderà i battenti il prossimo 5 giugno, mentre quello di Erstfeld (UR) in dicembre. L'Infozentrum di Sedrun (GR) è già chiuso dall'autunno del 2014.

Quest'ultimo era stato il primo centro informativo ad aver aperto i battenti poco dopo l'inizio dei lavori al cunicolo d'accesso di Sedrun. Nel mese di aprile del 2003 era stata la volta dell'Infocentro di Pollegio, seguito nel marzo 2008 da quello di Erstfeld. Anche agli accessi intermedi di Amsteg (UR) e Faido erano stati installati spazi informativi.

Il cosiddetto "cantiere del secolo" non ha attirato curiosi solo dalla Svizzera: le guide hanno potuto accogliere ospiti provenienti da più di 100 Paesi, afferma AlpTransit. Alle 23 giornate di porte aperte (9 a Sedrun, 4 a Erstfeld, Amsteg e Bodio, e 2 a Faido) sono accorsi complessivamente 70'000 visitatori.

Con l'apertura della più lunga galleria ferroviaria del mondo, prevista a inizio giugno, il capitolo delle visite ai cantieri sarà solo un ricordo. Si potrà tuttavia continuare a dare uno sguardo ai lavori del nuovo tunnel del Monte Ceneri. Le visite iniziano all'Infopoint di Sigirino (maggiori informazioni su infocentro.ch).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve