Tutte le notizie in breve

L'84% delle sezioni locali del partito laburista britannico, 285 in totale, ha deciso di sostenere Jeremy Corbyn, leader uscente e che cerca una riconferma alle primarie, in quello che è uno passo decisivo per la scelta del futuro capo dell'opposizione.

Corbyn, che è stato sfiduciato dalla maggioranza dei parlamentari laburisti a Westminster, ma che può contare sulla simpatia da parte della base del partito, ha così prevalso sullo sfidante Owen Smith, che ha ricevuto il supporto di solamente 53 sezioni locali.

Per Corbyn è un vero e proprio successo: nel 2015 aveva ottenuto il via libera solamente dal 39% delle sezioni. Il parlamentare 67enne, pacifista e terzomondista, non in linea con la tradizione europeista dei laburisti, può però contare anche sul supporto di Unison e Unite, i due principali sindacati del Regno Unito, un appoggio che compensa abbondantemente l'opposizione che gli arriva dalla componente blairiana e più centrista del Labour.

Dopo il referendum sulla Brexit dello scorso 23 giugno, Corbyn era stato sfiduciato con l'accusa di non aver fatto abbastanza per convincere i britannici a votare contro il divorzio fra Londra e Bruxelles e quindi contro l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. Come andò a finire è noto, ma molti segnali in questi giorni fanno sperare Corbyn in una riconferma.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve