Tutte le notizie in breve

Immagine d'archivio.

KEYSTONE/MAGALI GIRARDIN

(sda-ats)

Una nuova ondata di scioperi è stata annunciata oggi dai giovani medici britannici, categoria sottopagata e impegnata in una lunga vertenza con il governo.

L'agitazione, riferisce la British Medical Association (Bma), avrà una durata record di 5 giorni consecutivi, causando molto probabilmente caos nella sanità del Regno già in balia di scandali e tagli di finanziamenti pubblici e servizi.

L'agitazione, dal 12 al 16 settembre, è stata indetta per il mancato accordo sul nuovo contratto dei cosiddetti 'junior doctors' che il governo conservatore vuole imporre alla categoria a partire dall'autunno.

"È una notizia devastante per i pazienti", ha reagito il ministro della Sanità, Jeremy Hunt, bersaglio delle proteste, aggiungendo che l'astensione dal lavoro comporterà gravi disagi fra cui il rinvio di migliaia di interventi.

Finora i giovani medici hanno avuto l'appoggio maggioritario della popolazione, stando a diversi sondaggi, nel loro braccio di ferro con i governi Tory. Ma il protrarsi dell'agitazione rischia di ridurne il consenso.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve