Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il procuratore generale del canton Ginevra Olivier Jornot all'uscita dal Tribunale correzionale di Ginevra.

Keystone/MARTIAL TREZZINI

(sda-ats)

Il celebre avvocato Dominique Warluzel è stato condannato oggi dal Tribunale correzionale di Ginevra a una pena detentiva di 30 mesi, di cui sei di prigione effettiva. È stato giudicato colpevole di tentato omicidio con dolo eventuale ai danni di un'aiuto-infermiera.

Il fatto si era svolto lo scorso gennaio nella suite medicalizzata che Warluzel occupava in un albergo di lusso ginevrino, nella quale soggiornava dopo essere stato colpito da ictus nel 2013.

L'uomo, innervositosi dopo la richieste salariali della sua impiegata, le aveva puntato una rivoltella carica alla testa. In seconda battuta, aveva sparato in sua direzione senza ferirla.

Warluzel ha domandato e ottenuto una procedura semplificata e rapida invece di un processo classico, accettando l'atto d'accusa redatto dal procuratore generale del canton Ginevra Olivier Jornot. La condanna è sospesa in favore di un trattamento in istituto.

L'ex legale, molto noto nella Svizzera romanda, si è presentato in tribunale su una sedia a rotelle. L'ictus gli ha provocato una paralisi del lato sinistro del corpo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS