Tutte le notizie in breve

Un cittadino israeliano residente a Ginevra accusa la compagnia aerea Kuwait Airways di aver rifiutato di vendergli un biglietto a causa della sua nazionalità. Ha presentato denuncia presso la giustizia ginevrina.

L'uomo si è visto rifiutare l'acquisto di un biglietto per un volo con destinazione Francoforte unicamente a causa della sua cittadinanza israeliana, afferma oggi il suo avvocato ginevrino Philippe Grumbach. La denuncia è per violazione delle disposizioni elvetiche che vietano qualsiasi discriminazione basata sulla razza, la religione o l'origine etnica di una persona.

L'avvocato si è pure rivolto presso l'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC). Oltre a denunciare la violazione del diritto di spostarsi di una persona residente in Svizzera, il legale ha chiesto la sospensione provvisoria della licenza concessa alla compagnia dell'Emirato.

Il caso è stato rivelato dall'organizzazione statunitense The Lawfare Project, che combatte il boicottaggio decretato da determinati paesi nei riguardi dello Stato di Israele e che ha già denunciato pratiche discriminatorie della Kuwait Airways negli Stati Uniti.

Interrogato al riguardo, il direttore della compagnia aerea a Ginevra, John Fernandini, afferma di non essere a conoscenza del caso. La compagnia ha imposto determinate direttive per motivi di sicurezza, spiega Fernandini, rilevando che i cittadini del Kuwait non sono ammessi a bordo dei velivoli della compagnia israeliana El Al.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve