Tutte le notizie in breve

I dirigenti del Ginevra Servette Hockey Club (GSHC) hanno presentato oggi alle autorità ginevrine gli investitori privati disposti a partecipare alla costruzione di una nuova pista di ghiaccio.

La nuova struttura sportiva, che dovrebbe essere accompagnata da un complesso edilizio, rappresenta un costo complessivo di 200 milioni di franchi.

Il Cantone di Ginevra aspettava da circa un anno proposte in questo senso da parte del club di hockey. "Disponiamo ora di un progetto sul quale lavorare, ma tutto resta da fare", commenta Pierre-Antoine Preti, responsabile della comunicazione del Dipartimento della pubblica educazione, della cultura e dello sport (DIP).

Il GSHC ritiene dal canto suo prematuro rivelare i nomi degli investitori. Il suo portavoce Christophe Lamps si è limitato ad indicare che del gruppo fanno parte "attori di riferimento" nella realizzazione di grandi progetti edilizi, la gestione di alberghi e piste di pattinaggio, nonché "un fondo di investimento controllato da uno dei più grandi patrimoni europei".

Gli investitori si impegnano a fornire come minimo 55 milioni di franchi e a garantire un finanziamento aggiuntivo di almeno 135 milioni di franchi. Circa 3 milioni potrebbero essere liberati a breve termine per finanziare gli studi preliminari.

Soprannominato "Trèfle-Blanc", il perimetro preso in considerazione per la costruzione della nuova pista di ghiaccio si trova a poche centinaia di metri dallo stadio di calcio Praille.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve