Geberit: utile netto in aumento del 30% nel 2016


 Tutte le notizie in breve

Geberit, produttore sangallese di impianti sanitari, ha migliorato i propri margini lo scorso anno e proporrà di conseguenza un aumento del dividendo.

L'azienda intende inoltre lanciare un programma di riacquisto di azioni proprie per un ammontare massimo di 450 milioni sull'arco di tre anni.

Geberit ha messo a segno nel 2016 un risultato operativo (Ebitda) di 785,2 milioni di franchi, in crescita di quasi un quarto su base annua, e un utile netto di 548,2 milioni, in progressione del 30%.

Escludendo gli effetti dell'integrazione della società finlandese Sanitec, il risultato operativo è salito del 14,6% a 794,9 milioni e l'utile netto del 18,4% a 584,0 milioni, indica oggi il rapporto di gestione. Il fatturato, il dato era stato pubblicato già a gennaio, è aumentato dell'8,3% a 2,81 miliardi.

La performance annunciata oggi è leggermente inferiore alle attese degli analisti consultati dall'agenzia finanziaria AWP, che in media avevano pronosticato un Ebitda di 792,6 milioni e un utile netto di 555,5 milioni (rispettivamente 802,6 e 586,5 milioni, tenendo conto degli effetti dell'incorporazione di Sanitec). Il dividendo sarà aumentato di quasi un quinto a 10,0 franchi per azione.

Per l'anno in corso la direzione prevede una ripresa dell'edilizia, ma rinuncia a formulare obiettivi concreti visti i dati contrastanti riguardanti i vari settori di attività. I prezzi delle materie prime dovrebbero salire nettamente nei primi sei mesi dell'anno e l'integrazione di Sanitec sarà ancora oggetto di un'attenzione particolare. Sul più lungo periodo, ossia dal 2018, Geberit conferma invece l'obiettivo di una crescita organica compresa in una forbice tra il 4% e il 6%.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve