Tutte le notizie in breve

Germania: tribunale boccia divieto porto velo islamico per praticante (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/K.M. Chaudary

(sda-ats)

Un tribunale amministrativo bavarese ha dichiarato inammissibile il divieto di portare il velo islamico imposto a chi svolge la pratica legale in aule di Giustizia.

Come riferisce l'agenzia tedesca Dpa, il pronunciamento è del Tribunale amministrativo di Augusta che ha accolto il ricorso di una studentessa di legge che dal 2014 fa il praticantato presso una Corte di Monaco ma che ha ricevuto l'imposizione di non portare il velo in sessioni pubbliche come udienze e audizioni di testimoni, riferisce l'agenzia. La Regione Baviera ha annunciato subito ricorso.

Sebbene vi sia un'ordinanza emessa in tal senso nel 2008 dal ministero della Giustizia regione bavarese, i giudici di Augusta sostengono che manchino basi legali per il divieto a portare il velo in questo ambito.

La studentessa di 25 anni con doppia cittadinanza tedesco-pakistana si sente discriminata e chiede un risarcimento di 2.000 euro al Land Baviera: per i giudici amministrativi la richiesta in linea di principio non è immotivata, scrive ancora la Dpa.

Il ministero della Giustizia regionale ha dichiarato che il caso è senza precedenti in Baviera, riferisce la Dpa ricordando però che a Berlino un ricorso analogo è stato bocciato.

Il caso berlinese riguardava una musulmana che voleva svolgere parte del praticantato presso uffici giudiziari della circoscrizione di Neukoelln, precisa il sito del telegiornale del primo canale pubblico. In Germania il dibattito sul velo nel servizio pubblico ruota attorno alle insegnanti e l'anno scorso la Corte costituzionale aveva dichiarato inammissibile un divieto generalizzato per le docenti.

Al momento la Corte di Giustizia dell'Unione europea si sta occupando della questione se sia ammissibile portare il velo islamico sul posto di lavoro ma ci vorranno mesi per avere un pronunciamento, ricorda la Dpa.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve