Tutte le notizie in breve

Il tribunale di Amburgo ha emanato la prima decisione nei confronti della poesia satirica su Recep Tayyip Erdogan declamata dal comico della Zdf Jan Böhmermann, vietandone la riproposizione di alcuni passaggi. Lo ha reso noto lo stesso tribunale.

I passaggi incriminati sono quelli in cui Böhmermann fa riferimento esplicito a rapporti di natura sessuale. I giudici di Amburgo hanno ritenuto che nel complesso la poesia si configuri come un opera di natura satirica, ma i passaggi con riferimenti sessuali sono lesivi dell'onore del presidente.

Böhmermann era stato citato in giudizio ad Amburgo dallo stesso Erdogan.

L'avvocato del comico ha giudicato "sbagliata" la decisione del tribunale anseatico, ritenendo un errore estrapolare alcune frasi dal contesto satirico.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve