Tutte le notizie in breve

La Città di Ginevra rifiuta di ritirare la fotografia esposta sulla Piazza delle Nazioni di Ginevra, che mette in discussione l'attuale presidente turco Recep Tayyip Erdogan e che ha provocato la collera della Turchia.

In un comunicato odierno, il Municipio esprime il proprio attaccamento alla libertà di espressione.

Il fotografo ginevrino di origini curde e armene Demir Sönmez espone fino a domenica 58 immagini di manifestazioni organizzate sulla Piazza delle Nazioni. Tra di queste figura quella di una banderuola, risalente al marzo del 2014, che rendeva responsabile l'allora primo ministro turco Erdogan del decesso di un adolescente durante una protesta a Istanbul.

"Mi chiamo Berkin Elvan, la polizia mi ha ucciso su ordine del primo ministro turco", sottolinea la scritta. Nella sua nota, l'esecutivo della città di Ginevra dichiara di aver deciso di mantenere l'autorizzazione rilasciata per l'esposizione delle fotografie fino al primo maggio.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve