Tutte le notizie in breve

Novità in casa Google.

KEYSTONE/AP/JACQUES BRINON

(sda-ats)

Un'applicazione per condividere contenuti con cerchie ristrette di utenti che integra sia funzioni di chat di gruppo sia la possibilità di cercare online articoli, contenuti multimediali, e di condividerli con pochi passaggi, di fatto un'evoluzione dei gruppi social.

La novità si chiama Spaces ed è l'ultima trovata di Google per ritagliarsi uno spazio maggiore in un settore in cui la presenza della famiglia di app di Facebook - da WhatsApp a Instagram - è sempre più ingombrante.

Google Spaces, spiega la compagnia di Mountain View sul suo blog, è pensata per i "gruppi di conversazione" su argomenti specifici, dall'organizzazione di una vacanza alle discussioni di un club del libro. Al suo interno, senza dover aprire altre applicazioni o visitare altri siti, gli utenti potranno effettuare una ricerca online tramite le piattaforme Google Search, YouTube e Chrome, e condividerne istantaneamente i risultati con gli altri membri del gruppo. Questi a loro volta verranno avvisati con notifiche dei nuovi contributi.

Un po' come una chat collettiva, ma con il vantaggio di non dover mai uscire dall'applicazione per cercare o per accedere ai link o a foto e video condivisi. Possibile anche effettuare una ricerca interna per ritrovare contenuti condivisi in precedenza. Si può creare uno "spazio" su qualsiasi argomento, spiega Google, e si possono invitare i partecipanti tramite messaggi, e-mail o social network.

Il servizio è in fase di rilascio come applicazione per dispositivi Android, iOS e anche in versione desktop e per il "mobile web". Google testerà Spaces domani in occasione della conferenza per gli sviluppatori al via a Mountain View, per la condivisione di contenuti relativi a sessioni dell'evento-

sda-ats

 Tutte le notizie in breve