Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per chi vorrà cacciare nei Grigioni varrà un limite dell'alcolemia come quello per gli automobilisti.

KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

(sda-ats)

Per chi pratica l'arte venatoria nei Grigioni, in futuro varrà il limite dell'alcolemia previsto per gli automobilisti. Lo ha deciso oggi il Gran Consiglio nel primo giorno di dibattimenti sulla revisione della legge cantonale sulla caccia.

Questo aspetto è contenuto nell'iniziativa legislativa popolare cantonale "Per una caccia rispettosa della natura ed etica", che i deputati hanno in parte giudicato nulla e che invitano a bocciare.

Con la decisione odierna, i Grigioni sono l'unico Cantone ad aver introdotto un limite al consumo di bevande alcoliche per chi pratica la caccia.

Elaborando la modifica di legge, il Governo retico ha mantenuto alcuni punti dell'iniziativa depositata il 26 agosto 2014 con 3250 firme valide, tra cui appunto la questione dell'alcolemia massima.

Per il capo del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste Mario Cavigelli (PDC), l'esecutivo ha voluto tenere conto delle attese della società e non rimediare a un reale problema: i cacciatori se vogliono portarsi a casa un bel bottino non bevono, ha detto davanti ai granconsiglieri.

Prima di iniziare l'esame della legge, il parlamento aveva bocciato l'iniziativa con 112 voti e un'astensione. Ne aveva ritenuto validi vari aspetti, ma ne ha pure giudicati altri incompatibili con il diritto federale: ad esempio la richiesta che nelle autorità responsabili del settore venatorio siano rappresentati in modo identico cacciatori e protettori degli animali.

L'iniziativa legislativa chiede in particolare l'abolizione della caccia speciale e di quella di tutti i volatili. Va oltre quella inoltrata nell'agosto 2013, munita di 10'000 firme, che ha nel mirino esclusivamente la caccia speciale. Questo testo chiede che nel canton Grigioni non siano più autorizzate campagne venatorie straordinarie.

Questa iniziativa era stata invalidata dal Gran Consiglio, che lo ha ritenuto contrario al diritto federale. Il dossier è approdato al Tribunale federale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS