Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I soccorritori all'opera

(sda-ats)

Soccorritori alpini hanno liberato ieri in Bassa Engadina un alpinista rimasto incastrato sotto un blocco di roccia di 500 chili che lo aveva investito ferendolo gravemente. L'uomo si trovava sul Radüner Chöpf (3020 m) presso Susch (GR).

Unendo le forze si è riusciti a liberare l'uomo, ha comunicato oggi la Rega, precisando che l'alpinista faceva parte di un gruppo di quattro che scendeva dal Radüner Chöpf, quando il blocco di roccia ha travolto l'uomo, bloccando metà del corpo.

L'operazione di soccorso della Rega è stata complicata dato il luogo e il peso del masso. Prima di tutto è stato necessario fare in modo che la roccia non rotolasse ulteriormente quindi è stata sollevata con diversi palanchini. Nell'azione sono intervenuti diversi soccorritori: oltre a quelli della Rega vi erano anche operatori della sezione del Club Alpino svizzero (CAS) come pure un elicottero dell'Heli Bernina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS