Tutte le notizie in breve

Le lettere del logo Swissair smontate dal Terminal A dell'aeroporto di Zurigo dopo il Grounding della compagnia di bandiera.

KEYSTONE/STEFFEN SCHMIDT

(sda-ats)

Il 2 ottobre del 2001 la flotta di Swissair rimase bloccata a terra. A quindici anni di distanza i principali attori di quel "grounding", che fu un trauma per l'immagine dell'economia svizzera, sono di fatto spariti dalle prime pagine dei giornali.

C'è chi si è rifatto una vita negli Stati Uniti e chi gestisce un bed and breakfast esclusivo in Austria.

Il fallimento di Swissair ha provocato il più grande e costoso processo economico celebrato in Svizzera. Il 7 giugno 2007, il Tribunale distrettuale di Bülach (ZH) ha assolto tutti i 19 imputati, tra cui ex dirigenti e amministratori della compagnia aerea. L'ultimo responsabile di SAir Group e amministratore delegato di Swissair era stato Mario Corti.

L'ex alto funzionario federale ed ex numero 2 di Nestlé, che non aveva cessato di insistere che avrebbe potuto salvare la compagnia se lo avessero lasciato fare, è emigrato con la moglie negli Stati Uniti e dal 2003 lavora come "indipendente", ha costatato l'ats sul suo profilo Linkedin.

Consulente in aviazione, Philippe Bruggisser, direttore dal 1997 al gennaio 2001, è anche lui oltre Atlantico e precisamente in Florida. Eric Honnegger, ex-consigliere di stato zurighese (PLR) e ex-presidente del consiglio d'amministrazione di SAirGroup, gestisce con la moglie un bed and breakfast esclusivo in Austria.

Fra gli altri "personaggi" di questa tragica vicenda, ma non implicati nel processo, vi è Moritz Suter, fondatore di Crossair. Nel 2004 ha creato la compagnia Hello, posta in fallimento nell'ottobre del 2012. L'imprenditore è stato per breve tempo comproprietario della Basler Zeitung, prima di cedere le azioni a Rahel Blocher, figlia di Christoph Blocher.

Il delfino di Suter, André Dosé, primo CEO di Swiss, ha rassegnato le dimissioni nel 2004. È passato quindi a Gulf Air che ha lasciato nel 2007. Si è quindi messo in proprio e ottenuto vari mandati. È stato per esempio presidente del club di calcio zurighese Grasshopper. Attualmente presiede i trasporti pubblici di Basilea Campagna (BLT).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve