Tutte le notizie in breve

L'Uomo di Altamura che da oggi ha un volto: corpo tarchiato, bacino largo, statura non elevata - circa 1 metro e 65 cm - fronte sporgente, cranio allungato posteriormente, naso molto grande.

Lo scheletro dell'antico Neanderthal ritrovato nella grotta di Lamalunga è stato infatti ricostruito a grandezza naturale dai paleo-artisti olandesi Adrie e Alfons Kennis, fra i più qualificati al mondo in ricostruzioni paleoantropologiche.

La ricostruzione iperrealistica, con tanto di capelli lunghi, baffi e barba incolta, è stata presentata in un incontro con i giornalisti, ad Altamura. "La ricostruzione è totalmente ispirata alle informazioni raccolte finora dagli scienziati. Siamo solo all'inizio di un percorso", ha detto il paleoantropologo Giorgio Manzi della Sapienza Università Roma, che con il professore David Caramelli dell'Università di Firenze, coordina le ricerche sul mistero dello scheletro fossile scoperto da speleologi nel 1993 e ancora incastrato nella roccia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve