Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le autorità federali americane hanno confermato oggi che non ci sono segni di una violazione cibernetica russa nelle rete elettrica del Vermont, come aveva riportato nei giorni scorsi il Wp citando funzionari Usa sotto anonimato.

L'utility, di proprietà della città di Burlington, aveva precisato poco dopo l'attacco che il sospetto virus russo aveva infettato un laptop non connesso alla rete. Virus scoperto dopo che le autorità federali hanno condiviso con le infrastrutture nazionali i codici usati dai 'pirati' russi. Versione confermata oggi dal dipartimento dell'Homeland Security.

Non è la prima notizia infondata rilanciata dai media mainstream americani: nei giorni scorsi la Cnn, sempre citando fonti anonime, aveva sostenuto che la Russia aveva chiuso la scuola anglo-americana di Mosca come risposta alle sanzioni Usa per gli hackeraggi durante elezioni. Notizia smentita poi dalle autorità russe.

SDA-ATS