Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il 2016 è stato un anno positivo per Helvetia (Archivio)

KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

L'assicuratore sangallese Helvetia che registrato nel 2016 un aumento dell'utile e del volume d'affari. Il risultato operativo è migliorato del 12% portandosi a 492 milioni di franchi al netto di imposte rispetto all'esercizio precedente.

Il volume d'affari è salito del 2,6%, in valuta originale, a 8,5 miliardi di franchi. L'utile netto è progredito del 21,7% a 376,6 milioni di franchi.

Quest'ultimo risultato è tuttavia influenzato in via temporanea dagli effetti contabili delle acquisizioni di Nationale Suisse e Basilese Austria, rilevate nel 2014, precisa il gruppo stamani in una nota. Il risultato delle attività operative, che "elimina questi effetti temporanei", è stato aggiustato per tener conto in particolare dei costi d'integrazione e di effetti unici dovuti ai rilevamenti.

"Siamo molto soddisfatti del risultato operativo. Altrettanto apprezzabile è che l'integrazione di Nationale Suisse sia avvenuta in modo impeccabile e riuscito", precisa il direttore generale del gruppo Philipp Gmür citato nella nota.

Malgrado un contesto impegnativo, l'utile del settore vita è rimasto quasi stabile a 173,5, contro il precedente 175,5 milioni. Il settore Non-vita ha segnato un incremento degli utili del 2,6% a 340,5 milioni di franchi.

Per l'esercizio in corso, la direzione non fissa obiettivi numerici, ma annuncia che prosegue la sua strategia "Helvetia 20.20". Il Consiglio d'amministrazione propone adesso all'assemblea generale un aumento del 10% del dividendo a 21.00 franchi.

SDA-ATS