Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A settembre in Svizzera i prezzi sono progrediti: la fine dei saldi sull'abbigliamento estivo e l'aumento dei prezzi per quanto riguarda i prodotti petroliferi hanno fatto aumentare dello 0,1% i prezzi al consumo rispetto al mese precedente.

L'indice nazionale dei prezzi al consumo (IPC) si è stabilito a 100,2 punti (dicembre 2015=100), informa oggi l'Ufficio federale di statistica (UST) in un comunicato. Su base annua, il rincaro si è tuttavia attestato a -0,2%.

In settembre, i generi alimentari, i viaggi forfettari internazionali, i pernottamenti in albergo e i trasporti aerei sono risultati meno costosi.

Per i prodotti indigeni, la variazione rispetto ad agosto si è attestata a -0,1%, contro l'aumento dello 0,7% del prezzo di quelli importati. Su base annua sono risultati entrambi in calo (rispettivamente -0,1% e -0,3%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS