Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un uomo e una donna sono stati condannati a morte a Teheran per aver creato una nuova setta.

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Un uomo e una donna sono stati condannati a morte a Teheran per aver creato una nuova setta. Lo ha riferito il procuratore generale della capitale iraniana, Abbas Jafari Dolatabadi.

Il procuratore ha precisato all'Isna che i due erano accusati in particolare di aver incoraggiato alcune persone a relazioni sessuali illegali e sono stati considerati 'corrotti sulla Terra', fatto che per le leggi islamiche prevede la condanna a morte.

Dolatabadi ha anche riferito che la Procura di Teheran ha chiesto la pena capitale per sei rapinatori che sono stati condannati per 'moharebeh' (lotta contro Dio). Anche in questo caso, secondo la legge iraniana, chi è accusato di 'moharebeh' deve essere condannato a morte.

SDA-ATS