Iran: tv, operativo sistema missili S-300 prodotti in Russia


 Tutte le notizie in breve

Un'immagine del sistema missilistico russo S-300 (archivio)

KEYSTONE/EPA/SERGEI CHIRIKOV

(sda-ats)

È ''operativo'' il sistema missilistico avanzato di difesa con gli S-300 consegnati dalla Russia all'Iran dopo l'accordo sul programma nucleare iraniano raggiunto tra Teheran e il gruppo dei 5+1 a luglio del 2015. Lo ha reso noto la televisione di Stato iraniana.

Teheran ha cercato per anni di acquisire i missili S-300 per poter rispondere a Israele, che minacciava di di bombardare le sue strutture nucleari, ma la Russia aveva finora sempre evitato di soddisfare le richieste nel rispetto delle sanzioni imposte dall'Onu per il programma nucleare iraniano.

''Il sistema missilistico S-300 di difesa aerea è stato testato alla presenza di funzionari del governo e militari'', riporta la televisione iraniana, spiegando che il test è stato eseguito in una zona deserta e che i missili hanno colpito diversi obiettivi, tra cui un missile balistico e un drone. ''Il sistema di missili S-300 è letale per i nostri nemici e renderà più sicuri i nostri cieli'', ha detto il generale Farzad Esmaili alla tv iraniana.

La consegna da parte della Russia di tutte le componenti dei missili a lungo raggio S-300 era stata completata il 5 dicembre scorso. Gli S-300 erano stati invece mostrati pubblicamente dall'Esercito iraniano il 21 settembre scorso, durante la parata militare a Teheran per la 'Settimana della Difesa Sacra' in occasione dell'anniversario dell'invasione dell'Iran da parte dell'Iraq di Saddam Hussein nel 1980.

I missili S-300, prodotti in Russia e in Iran, sono considerati tra i più potenti missili antiaerei oggi esistenti, dotati di sistemi completamente automatici, con radar in grado di inseguire circa 100 bersagli e una gittata che può arrivare fino a 200-300 chilometri.

L'accordo per acquistare missili S-300 era stato firmato nel 2007, ma la Russia lo aveva sospeso nel 2010 per il divieto imposto dall'Onu di vendere armi all'Iran. L'accordo è stato ripreso in mano dopo la firma dell'accordo del programma nucleare iraniano che è entrato in vigore a gennaio dello scorso anno.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve