Tutte le notizie in breve

Primo arresto di un poliziotto statunitense con l'accusa di sostenere le attività terroristiche del sedicente Stato islamico (Isis): si tratta di un agente del corpo che vigila sulla sicurezza della rete metropolitana di Washington.

N. Y., 36 anni, è stato fermato proprio nel quartier generale della metro della capitale americana. Il poliziotto è accusato di aver acquistato 22 carte di credito da regalare e usare per inviare messaggini tramite una serie di app, al fine di aiutare l'Isis oltreoceano.

La polizia federale Fbi - secondo notizie di stampa - avrebbe utilizzato un informatore sotto copertura per giungere all'arresto di N. Y. Il portavoce del procuratore generale del distretto est della Virginia che guida il caso, Joshua Stueve, ha detto che comunque N. Y. non ha mai rappresentato una minaccia per il sistema della metropolitana .

Il poliziotto arrestato - ha spiegato Stueve - era concentrato nell'aiutare l'Isis oltreoceano e non a condurre attacchi negli Usa. Secondo i documenti relativi all'arresto, N. Y. era sotto sorveglianza da parte dell'Fbi per comportamenti sospetti sin dal 2009 ed ha lavorato per la metro di Washington dal 2003. Secondo l'accusa l'uomo è da lungo tempo un simpatizzante dell'estremismo islamico e si è recato in Libia nel 2011.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve