Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il capo dell'Isis per la provincia di Khorasan (Afghanistan e Pakistan), Hafiz Saeed Khan, sarebbe stato ucciso insieme ad altri 30 militanti in una operazione delle forze di sicurezza afghane nel distretto di Achin della provincia orientale di Nangarhar.

Lo ha riferito all'agenzia di stampa Pajhwok il tenente colonnello Mohammad Zaman Wazir, comandante del 201/o Corpo dell'esercito afghano 'Selab'.

Originario del territorio tribale pachistano Orakzai Agency, Saeed Khan era un autorevole comandante dei movimento talebano Tehrek-e-Taliban Pakistan (TTP) che aderì all'Isis quando questo gruppo decise di costituire nel gennaio 2015 una sua specifica branca alla frontiera afghano-pachistana.

Nominato dal 'Califfo' Abu Bakr al Baghdadi responsabile della provincia di Khorasan, Saeed Khan è stato dato per morto alcuni mesi fa, ma le informazioni si erano successivamente rilevate infondate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS