Tutte le notizie in breve

Un messaggio audio dell'Isis ottenuto dal quotidiano belga Het Laatste Nieuws (HLN), lascia intendere che un giovane belga entrato nelle file del Califfato, si potrebbe preparare a colpire in Belgio. Lo pubblicano i media locali.

Nel file audio, il francese Rachid Kassim, un capofila dell'organizzazione terroristica che vive in Iraq, e sospettato di essere dietro all'attacco alla chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray in Francia e all'omicidio di padre Jacques Hamel, evoca la necessità di realizzare un video "dei fratelli prima dell'attacco" dettagliandone le modalità, senza però specificare né di quale attentato, né di quale obiettivo si tratti.

Tuttavia, nel messaggio si fa menzione di un foreign fighter belga, Al-Belgiki Abu Isleym, Al-Belgiki, che secondo le informazioni del quotidiano HLN sarebbe il bruxellese Azzedine El Khadaabia, partito per la Siria nell'autunno 2014 per unirsi ai ranghi El Battar di Abdelhamid Abaaoud.

Kassim, la persona che parla nel file audio intercettato, è sospettato dalle autorità belghe di reclutare, addestrare e incoraggiare i cosiddetti lupi solitari.

"Si tratta senza dubbio di un soggetto molto pericoloso - spiega un investigatore al quotidiano La Libre - Ma non sappiamo se si trovi ancora in Siria, o sia tornato in segreto in Europa". Il foreign fighter si era fatto conoscere, via Twitter, per aver postato una foto che lo ritrae sorridente accanto ad un corpo decapitato.

Le autorità belghe e francesi prendono molto sul serio questa minaccia. È stato provato ad esempio che uno squilibrato di Calais di 25 anni arrestato lunedì e poi rilasciato, che evocava un attacco alla stazione di Lione, era in contatto con una persona vicina a Rachid Kassim.

Le conversazioni di Kassim su Telegram, intercettate da HLN, mostrano un crescente nervosismo negli ultimi giorni.

Tuttavia, il pericolo imminente per il momento è stato scartato e le autorità belghe hanno deciso giovedì di non aumentare il livello di minaccia, che resta a 3 su 4.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve