Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corte Suprema israeliana ha quattro nuovi giudici in un cambio definito da media e analisti uno spostamento a destra degli equilibri in seno al massimo organo giudiziario del paese.

Yosef Elron, George Karra, Yael Vilner e David Mintz sono stati selezionati da un comitato di 26 giudici e in stretto rapporto con il ministro della giustizia Ayelet Shaked (Focolare ebraico) che ha definito l'indicazione "un fatto storico che riflette l'umana e legale diversità di cui ha bisogno la nostra società che fino ad ora è mancata invece alla Corte Suprema".

Vilner è la prima donna a far parte dell'organismo: è religiosa osservante come Mintz, nato in Gran Bretagna e arrivato in Israele da piccolo. I due con Elron sono tutti considerati conservatori. Karra è un arabo cristiano molto stimato ed è stato il giudice che ha condannato a sette anni di prigione l'ex presidente israeliano Moshe Katzav, colpevole di reati sessuali. I nuovi togati entreranno alla Corte Suprema il prossimo anno.

SDA-ATS