Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Benjamin Netanyahu.

Keystone/EPA POOL/ABIR SULTAN / POOL

(sda-ats)

"L'Iran è responsabile dell'80% dei problemi di sicurezza di Israele": lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu in una cerimonia al ministero degli esteri per il 25.mo anniversario dell'attentato all'ambasciata israeliana di Buenos Aires in cui morirono 29 persone.

''Per noi il mandante era chiaro fin dal primo momento'' ha detto ancora Netanyahu. ''L'Iran aveva preso l'iniziativa, aveva progettato il tutto e mediante gli Hezbollah che erano al suo servizio aveva realizzato'' quell'attentato. Due anni dopo, ha aggiunto, sarebbe giunta ''una conferma dell'aggressività dell'Iran'' con l'attentato all'edificio dell'AMIA (Associazione Mutualità Israelita Argentina) a Buenos Aires che fece 85 vittime.

''Fin da allora mettemmo in guardia dal mostro terroristico sponsorizzato dall'Iran'' ha rilevato il premier, che in un prossimo futuro incontrerà il presidente argentino Mauricio Macri con intende parlare, fra l'altro, ''del rafforzamento della sicurezza e della lotta al terrorismo''.

SDA-ATS