Tutte le notizie in breve

Soldati israeliani (foto d'archivio)

KEYSTONE/EPA/ABED AL HASHLAMOUN

(sda-ats)

Un ragazzo palestinese di 18 anni è morto durante una manifestazione al confine tra Israele e la Striscia di Gaza. Secondo una fonte palestinese, la vittima sarebbe stata colpita dal fuoco aperto dai militari israeliani durante una sassaiola.

L'esercito ha smentito questa versione, dichiarandosi estraneo ai fatti.

Il portavoce del ministero della Sanità palestinese, Abdel-Rahman al-Dabbagh, ha riferito che una pallottola ha raggiunto il ragazzo alla testa mentre erano in corso gli scontri.

Le forze armate sostengono invece di aver utilizzato gas lacrimogeno per contenere i disordini dall'altra parte della frontiera. In un comunicato, l'esercito ha fatto sapere che "decine di manifestanti sono entrati nella zona provando a distruggere la barriera di sicurezza sul confine".

Dallo scorso ottobre, 210 palestinesi sono rimasti vittime dei disordini in Cisgiordania e nella striscia di Gaza. Secondo Israele 141 di queste erano dei terroristi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve