Tutte le notizie in breve

In Italia dopo due anni di discussioni arriva il via libera finale alle riforme costituzionali.

Con una maggioranza schiacciante, 361 sì, e l'assenza delle opposizioni dall'Aula al momento del voto, la Camera dei deputati ha licenziato questo pomeriggio in via definitiva il disegno di legge, ma la palla passa ora ai cittadini, che dovranno esprimersi attraverso il referendum, in autunno.

Tra le principali novità, la fine del bicameralismo perfetto. Camera dei deputati e Senato della Repubblica avranno composizione e funzioni diverse. La Camera, con 630 deputati, rappresenta la Nazione ed è l'unica titolare del rapporto difiducia con il governo. Ha funzione di indirizzo politico e dicontrollo sull'attività dello stesso Governo.

Il Senato avrà cento membri (74 consiglieri regionali, 21 sindaci e 5 componenti di nomina del presidente della Repubblica). saranno scelti, in conformità alle decisioni assunte dagli elettori, dai consigli regionali per mezzo di una legge elettorale che dovrà essere varata entro 6 mesi dall'entrata in vigore della riforma costituzionale.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve