Tutte le notizie in breve

Operazione anti camorra in corso in Campania per dare esecuzione a 24 provvedimenti cautelari a carico di altrettanti indagati, ritenuti appartenenti al clan Lo Russo operante nei quartieri Nord di Napoli.

Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di stampo mafioso, traffico di stupefacenti, estorsioni aggravate, tentato omicidio ed omicidio colposo con violazione della normativa stradale.

Le indagini hanno consentito di far luce sulle recenti dinamiche criminali che hanno interessato le zone di Miano e Don Guanella con particolare riferimento al capo clan Carlo Lo Russo, recentemente arrestato in quanto ritenuto responsabile dell'omicidio di Pasquale Izzi, avvenuto lo scorso marzo.

Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli è stata documentata l'operatività e sono state tracciate la struttura e le attività illecite del gruppo, individuati i vertici e i gestori, promotori e affiliati delle principali piazze di spaccio.

È emersa anche la responsabilità del tentato omicidio di uno degli appartenenti a un gruppo avversario e sono stati identificati i soggetti dediti alle estorsioni a imprenditori edili nonché i gestori, promotori e affiliati delle principali piazze di spaccio dell'area Nord.

Secondo quanto riferito dai carabinieri, il clan Lo Russo aveva anche acquisito il monopolio della distribuzione del pane e imponeva il prezzo di vendita a grossi supermercati, botteghe e ambulanti domenicali della zona.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve