Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un gruppo di attivisti di Greenpeace, tra cui una cittadina svizzera, è entrato la notte scorsa in un impianto a Saline Joniche (Reggio Calabria), per protestare contro la futura centrale a carbone, che la multinazionale elvetica Sei-Repower progetta di costruire..

Due squadre di "arrampicatori" hanno scalato la ciminiera dell'impianto per scrivere dall'alto in basso "Stop carbone".

"È un messaggio per la Sei come per Renzi-Repower - scrive l'organizzazione ambientalista -. Il governo deve fissare una data chiara per mettere fine alla produzione di energia da carbone in Italia".

Sul posto un nutrito gruppo di giornalisti di varie testate e le forze dell'ordine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS