Tutte le notizie in breve

I broccoli cinesi, il prezzemolo del Vietnam e il basilico dell'India. Eccolo il podio dei cibi più contaminati contenuti nella black list presentata oggi dalla Confederazione italiana nazionale coltivatori diretti (Coldiretti) a Napoli.

Il primato va ai broccoli cinesi con la quasi totalità dei campioni risultati irregolari (il 92%) per la presenza di residui chimici. A seguire, nella speciale classifica, c'è il prezzemolo del Vietnam con il 78% di irregolarità rilevate e il basilico dall'India, fuori norma in ben sei casi su dieci.

La "Black list dei cibi più contaminati" è stata redatta sulla base delle analisi condotte dall'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) nel rapporto 2015 sui residui dei fitosanitari in Europa. È stata presentata al Palabarbuto di Napoli in occasione della mobilitazione promossa da Coldiretti, con migliaia di agricoltori italiani scesi in piazza con i propri trattori a difesa della dieta mediterranea e contro le speculazioni low cost.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve